Edoardo Gambel

Categories: AIF,Interviste

  

EDOARDO GAMBEL

Presidente della GAMBEL GROUP consulente di direzione per la gestione e l’innovazione aziendale

Quali competenze saranno richieste dalle aziende nel futuro mercato del lavoro?

Sono Presidente della Gambel Group, studio professionale che ho fondato cinquantadue anni fa. Cosa deve avere un giovane oggi. Un giovane oggi vive in una competizione non più nazionale ma internazionale, deve conoscere tre cose: deve conoscere l’inglese come l’italiano e deve conoscere il personal computer come una matita e terzo, e non tutti ce l’hanno, ma la maggior parte si, deve avere la patente per le gambe veloci.

Sono questi tre elementi che io che vivo all’università, nel mondo aziendale, vivo esperienze di master dell’università, sento come prioritari. Il giovane in questo momento è tagliato fuori, quindi cosa vuol dire impegnarsi, vuol dire sperimentare. La grande difficoltà per i giovani è la sperimentazione che molte volte non è facile da ottenere.

Un altro discorso che faccio sempre ai giovani è non perdete ogni occasione valida, quando ero giovane andai a Londra e finiti soldi scopri che potevo suonare il pianoforte e così feci il solista da pianobar.

Lo studio, la sperimentazione continua, i giovani devono cercare di catturare ai meno giovani quello che in questo momento non sanno, attenzione perché quelli che stanno arrivando dopo, i millennials, sono totalmente diversi.

Quindi qual è il grande segreto, nel momento in cui ho finito di studiare provo a sperimentare, rubare esperienze agli altri, far di tutto, entrare in ogni buco, perché ogni occasione è valida, e poi c’è un’ultima cosa. Concludo. Siate curiosi, educatamente curiosi, il mondo è in profonda trasformazione, ricordatevi che anche le persone più avveniristiche sono superate da quello che sta accadendo.


 

Torna all’elenco delle interviste

0
0