Erika Del Pomo

Categories: AIF,Interviste

  


ERIKA DEL POMO


Laziale di nascita, marchigiana di adozione, dopo la laurea triennale in Sociologia e servizio sociale, decido di dare un taglio diverso alla mia formazione. Mi iscrivo alla facoltà di economia, corso di laurea in Organizzazione e gestione dei servizi sociali.
La mia formazione prosegue poi con un corso come Professional Life Coach…. Ma non solo!!

Ad oggi amo definirmi come un “work in porgress…”, il mio progetto lavorativo sta nascendo proprio ora.
Collaboro come tutor per i corsi di formazione FAD e come social media manager per Assistentesocialeprivato.

Quest’anno la riflessione che vorremmo proporre riguarda il nostro lavoro quotidiano e più nello specifico tre parole:
 
La prima parola è sentiero, inteso come percorso quotidiano di sviluppo e conoscenza.

Trovare la propria strada nel bivio della vita.
Ecco che tipo di definizione mi sento di attribuire al termine “sentiero”.
Dove voglio andare? Cosa voglio raggiungere?

Queste sono delle importanti domande che ad oggi, chi si affaccia nel mondo del lavoro, si pone.
“Sentiero” come percorso, come formazione continua e soprattutto come crescita personale.
Non dobbiamo mai smettere di “Camminare sul nostro sentiero”, con consapevolezza e costanza così da poter crescere, non solo professionalmente, ma anche personalmente.

 
La seconda chiave è il qui ed ora, la consapevolezza, intesa come conoscenza delle proprie competenze.

Essere consapevoli delle nostre conoscenze per poter trasformarle in competenze spendibili nel mondo del lavoro.
Collocarsi nel “qui ed ora”, con innovazione e creatività, costruendo le basi per il futuro.

 
Infine il cardine su cui si svolge la nostra vita, anche professionale, l’alleanza.

Lavorare in rete con rispetto ed empatia, creare equipè competenti, per integrare saperi e conoscenze a favore di una crescita professionale e personale che accompagni i vari professionisti nel loro percorso.
Innovazione e creatività devono sempre essere accompagnati da lealtà e collaborazione verso gli altri professionisti.


 

Torna all’elenco delle interviste

0