Fabrizio Allavena

Categories: AIF,Interviste

  


FABRIZIO ALLAVENA


Responsabile Marketing e vendite di Emergenetics italia

Quest’anno la riflessione che vorremmo proporre riguarda il nostro lavoro quotidiano e più nello specifico tre parole:
 
La prima parola è sentiero, inteso come percorso quotidiano di sviluppo e conoscenza.

Sentiero mi fa venire in mente camminare serenamente nella natura, possibilmente con un obiettivo e sapendo che da qualche parte si arriverà seguendo le opportunità che ti offre il terreno su cui ti stai muovendo e il panorama. Movimento e serenità verso un obiettivo. È anche l’occasione per riflettere, per meditare, ma soprattutto per andare avanti, per progredire. Il sentiero è, quindi, un percorso piacevole, di riflessione.
 
La seconda chiave è il qui ed ora, la consapevolezza, intesa come conoscenza delle proprie competenze.

La consapevolezza è fondamentale, non è una dote di nascita ma ci si può arrivare in quanto è fondamentale per capire e per essere responsabili delle proprie azioni. Essere consapevoli di cosa si è e di cosa si vuole diventare, muoversi di conseguenza e responsabilmente. Oggi, la consapevolezza, è determinante per poter essere nel mondo, per poter stare nel mondo e interagire con il prossimo oltre che per poter raggiungere i propri obiettivi tenendo conto, anche, delle proprie responsabilità.

 
Infine il cardine su cui si svolge la nostra vita, anche professionale, l’alleanza.

Fondamentale. Da soli non si va da nessuna parte. Le Alleanze vanno costruite aprendosi, avvicinandosi agli altri cercando di capire il più possibile che cosa possono aspettarsi da noi e tradurlo in qualche cosa che possa essere da loro compreso nel migliore dei modi. Lavorare insieme e attuare un obiettivo comune. Alleanza è un modo di vivere, è un modo di relazionarsi con il prossimo. Alleanza vuol dire: fare un passo avanti, fare un passo avanti nei confronti degli altri e costruire qualche cosa insieme. La somma è sempre superiore al valore dei singoli addendi, per definizione.


 

Torna all’elenco delle interviste

0