Patrizia Facchinetti

Categories: AIF,Interviste


PATRIZIA FACCHINETTI


Formatrice, Mental Coach e Trainer in PNL

Quest’anno la riflessione che vorremmo proporre riguarda il nostro lavoro quotidiano e più nello specifico tre parole:
 
La prima parola è sentiero, inteso come percorso quotidiano di sviluppo e conoscenza.

La parola sentiero è molto suggestiva. Evoca in me l’idea del cammino, dell’esplorazione, della scoperta. Spesso vario e imprevedibile può sorprenderti ad ogni passo. Mi piace chiamare percorsi e non corsi quelli che nella mi attività di formatrice progetto ed erogo proprio per richiamare questa dimensione del camminare e crescere insieme, lasciandosi guidare dalla curiosità e dal piacere dell’incontro con qualcosa di nuovo.
 
La seconda chiave è il qui ed ora, la consapevolezza, intesa come conoscenza delle proprie competenze.

Essere qui e ora, centrati, presenti, in contatto con se stessi e con le proprie sensazioni. La parola Consapevolezza mi fa pensare a tutto questo. È una condizione che dà forza e sicurezza, permette di gestire le emozioni che possono nascere di fronte al nuovo e all’imprevisto ed è quindi un importante presupposto della buona riuscita di ogni attività. Compreso l’apprendimento.
 
Infine il cardine su cui si svolge la nostra vita, anche professionale, l’alleanza.

Il termine alleanza mi fa pensare alla collaborazione tra persone che lavorano insieme a uno scopo comune. Rapportato alla vita professionale lo associo all’idea di team che non è solo un insieme di persone in cui le abilità si sommano ma un’entità da cui può scaturire qualcosa di nuovo e potente, al di là delle possibilità dei singoli soggetti. E questo lo vedo anche nei percorsi formativi: maggiore è la coesione e la collaborazione tra i partecipanti più ricco, vivace e produttivo è l’apprendimento. Oltre che più piacevole.


 

Torna all’elenco delle interviste

0