Rosaria Marrone

Categories: Interviste

  


ROSARIA MARRONE


Responsabile HR e formazione, INAIL

Quest’anno la riflessione che vorremmo proporre riguarda il nostro lavoro quotidiano e più nello specifico tre parole:
 
La prima parola è sentiero, inteso come percorso quotidiano di sviluppo e conoscenza.

Mi evoca dei paesaggi rupestri, di campagna, e una poesia che ho scritto da ragazza che si intitolava “sentieri interrotti”; credo che la vita di ognuno di noi sia fatta da tanti sentieri interrotti, qualcuno si fonde, qualcuno no e mi evoca l’idea del viaggio, del percorso, in quanto la vita, in ogni sua sfaccettatura è un percorso che non necessariamente deve portare ad una meta, perché la bellezza sta proprio nel percorso.
 
La seconda chiave è il qui ed ora, la consapevolezza, intesa come conoscenza delle proprie competenze.

La consapevolezza nella vita quotidiana è importantissima, nel senso che è importante sapere quello che si fa, quello che si sta facendo in questo momento, non sempre però riusciamo ad essere presenti a sapere quello che stiamo facendo; importante è poter ragionare con “hic et nunc” il “qui ed ora” ragionare sul momento ci porta maggior consapevolezza per poter affrontare il momento per realizzarci al meglio.

 
Infine il cardine su cui si svolge la nostra vita, anche professionale, l’alleanza.

È importantissimo stringere alleanze nella vita lavorativa ma non solo nella vita lavorativa perché da soli non si va da nessuna parte: il gruppo, l’idea, il confronto è garanzia di libertà, di un minor margine di errore, di ricchezza, perché il confronto tra idee genera ricchezza ed è il motore propulsivo, soprattutto in ambito lavorativo.È dal confronto che nascono progetti.


 

Torna all’elenco delle interviste

0