Teresa Nardulli

Categories: AIF,Interviste

  


TERESA NARDULLI


Coordinatore del Comitato Scientifico Ideas Group

Quest’anno la riflessione che vorremmo proporre riguarda il nostro lavoro quotidiano e più nello specifico tre parole:
 
La prima parola è sentiero, inteso come percorso quotidiano di sviluppo e conoscenza.

Sentiero è bella come parola perché si sa dove si parte ma non si sa dove si arriva. Può essere con degli ostacoli ma la cosa più importante è superarli. Il fatto di non arrivare è anche positivo perché vuol dire perché sono sempre in continuo cambiamento il nostro obiettivo e le nostre ambizioni anche innovative anche nel campo della formazione.
 
La seconda chiave è il qui ed ora, la consapevolezza, intesa come conoscenza delle proprie competenze.

Consapevolezza anche questa una parola bella perché in questo periodo storico la consapevolezza si è un po’ persa. Io come formatore e responsabile della formazione in un determinato target di professionisti, ritengo che la consapevolezza si perde a volte nei problemi di budget, di economia e per la necessità di dover stare dentro certi target.

 
Infine il cardine su cui si svolge la nostra vita, anche professionale, l’alleanza.

Alleanza è la parola più bella ed attuale non solo nell’ambito della formazione ma in una accezione più estesa. L’alleanza fa sì che si creino dei patti generazionali, tra culture diverse. Il patto è quello che fa una organizzazione attuale nella rete.


 

Torna all’elenco delle interviste

0