Praticare la ludopedagogia

  • 02:00 PM
  • Harbour Club - Via Cascina Bellaria,19 - Milano

PRATICARE LA LUDOPEDAGOGIA

Per rendere più dinamica la tua formazione

 

“La maturità di un uomo si manifesta con la serietà con la quale un bambino gioca”
Friedrich Nietzsche

 

Anche se il gioco è considerato dalla maggioranza dei formatori come uno strumento efficace, nell’ambito della formazione professionale la barriera culturale che separa l’apprendimento dal piacere dell’atto di apprendere è tutt’ora esistente.

Se le virtù pedagogiche del gioco sono facilmente accettate per educare i bambini, apparentemente l’adulto non ha più il diritto di imparare divertendosi. Tuttavia, i ricercatori in scienze dell’educazione affermano che l’adulto e il bambino imparano più o meno allo stesso modo; la differenza principale sta nel fatto che il cervello dell’adulto è « ingombrato » dalle conoscenze e dalle esperienze anteriori, che a volte si oppongono ai nuovi messaggi portati dalla formazione.

Il senso comune spesso tende a contrapporre teoria e pratica, ma in realtà bisogna fare la distinzione fra l’obiettivo (l’apprendimento) e i mezzi adoperati (la pedagogia).

L’apprendimento (quello vero) è sempre la conseguenza di una teorizzazione individuale, più o meno cosciente, e la pratica è semplicemente uno fra i tanti modi per apprendere.

La ludopedagogia (pedagogia del gioco) fa parte dei metodi di formazione « attivi » e non è per niente in competizione con le altre pedagogie. Infatti, un processo di apprendimento efficace combina diverse modalità di animazione.
 
Programma
Introduzione

– I meccanismi ludici e le diverse categorie di giochi di formazione
– Vantaggi e limiti del gioco in formazione di adulti
I giochi di simulazione
– Simulazione del gioco dell’aereo (questo gioco permette di scoprire le regole fondamentali di un trasferimento di competenze).
– Presentazione di altri giochi di simulazione per:
a. Imparare un processo di produzione industriale
b. Praticare la metodologia di risoluzione di problemi
c. Lavorare come una squadra efficace
I giochi di riflessione
– Simulazione di un gioco di 52 Carte-Consiglio sulla tematica « saper ascoltare »
– Presentazione di altri giochi di riflessione per:
a. Valutare le conoscenze
b. Prendere le decisioni
c. Gestire la relazione col cliente a distanza
Il concetto del “FRAME GAME” di Thiagi
– Un concetto originale e rapidamente operativo
– Presentazione di vari esempi
– Come parlare di ludopedagogia a coloro che sostengono « non amare i giochi » ?
 
Obiettivi
Da diversi decenni il gioco fa parte della « valigia degli utensili » del formatore e dell’insegnante, ma la grande varietà di giochi esistenti e la scarsità di informazioni sulla ludopedagogia, a volte rendono difficile il suo utilizzo.
Questo workshop ha lo scopo di chiarire cos’è in realtà la ludopedagogia, spiegandone i vantaggi e i limiti e dunque aiutarvi a scegliere i modelli di giochi adeguati ai vostri programmi.

 

RELATORE

Carlo Bianchi
Consulente in formazione aziendale, fondatore della società Learning By Doing. Consulente in progettazione di formazione e Formatore specializzato nella pedagogia ludica (ludopedagogia). Autore di decine di giochi d’aula creati su misura per organismi di formazione, istituti universitari e aziende di diversi settori di attività. Dal 1991 riunisce formatori, insegnanti e consulenti per accompagnarli nella creazione dei loro propri giochi d’aula. Ha recentemente tradotto in italiano, e distribuisce in Italia in modo esclusivo, diversi giochi creati da Sivasailam Thiagarajan (detto Thiagi). Thiagi è riconosciuto come uno dei più grandi specialisti del gioco di formazione a livello mondiale per l’invenzione del concetto di “Frame Game”. Thiagi considera un gioco come una struttura vuota che può essere riempita con contenuti diversi, permettendo così di adattarsi a molte circostanze di apprendimento.

 

Responsabile dell’evento

Fulvio Sperduto
Presidente AIF Delegazione Lombardia
 
 
Incontro aperto a tutti
viene richiesta una quota per l’aperitivo, da pagare in loco, pari a € 25 per i Soci e € 30 per i non Soci

Rilascia n. 0,5 crediti AIF
 
 
DOVE
Harbour Club – Via Cascina Bellaria, 19 – Milano (Parco Trenno – zona San Siro)
Trasporti: Metro linea 5 colore Lilla-fermata San Siro e Bus N° 64 per 3 fermate

 
 

Per informazioni e per confermare la propria partecipazione:

lombardia@associazioneitalianaformatori.it

 
 

0
0